CemAmbiente

CEM Ambiente e CEM Servizi diventano una sola società

L’Assemblea avvia la riorganizzazione aziendale e dà al via libera alla gara per Trezzo

assemblea-cemL’Assemblea dei Soci ha detto sì alla fusione per incorporazione di CEM Servizi in CEM Ambiente. L’operazione è stata approvata all’unanimità nella seduta straordinaria che si è tenuta nell’Auditorium di Bussero lo scorso 14 ottobre. Una scelta che non significa solo l’avvio della riorganizzazione interna della società ma anche e soprattutto della progressiva e completa internalizzazione dei servizi di raccolta differenziata “porta a porta” anche nei Comuni oggi serviti mediante affidamento a terzi della raccolta rifiuti, con gara d’appalto.

In altre parole, la nuova CEM Ambiente nata dalla fusione lavorerà per organizzare e gestire da sè i suoi servizi limitando sempre più il ricorso a gare e a società esterne, diventando direttamente responsabile della qualità del servizio svolto per i cittadini dei Comuni soci.

“Il progetto di fusione per incorporazione di CEM Servizi in CEM Ambiente – spiega Giovanni Mele, Presidente di CEM Ambiente – è nata proprio dall’esigenza espressa dai Sindaci dei Comuni Soci di una gestione diretta dei servizi svolti dalla loro utility. I principali motivi della scelta sono da ricondurre esclusivamente al forte sviluppo aziendale avvenuto in questi anni e alle prospettive di ulteriore crescita, sia per dimensioni che per servizi, che si prospetta. Da qui la duplice esigenza di una riorganizzazione e, contemporaneamente, della revisione delle strategie”.

whatsapp-image-2021-10-14-at-18-34-23“Insomma – prosegue il Presidente Mele – lo sviluppo futuro di CEM doveva necessariamente essere sostenuto da un nuovo modello organizzativo, applicato per supportare la crescita stessa. Condizione essenziale per poter continuare a garantire l’efficacia e l’efficienza del servizio, elementi qualificanti che da sempre contraddistinguono l’azione dell’utility di Cavenago e che rimangono ancora oggi punti qualificanti del suo progetto di sviluppo futuro”.

Novità importanti anche per il personale di CEM. Con il perfezionamento dell’operazione, i dipendenti di CEM Ambiente diventeranno quasi 300 (ad oggi sono 44 per CEM Ambiente e 249 per CEM Servizi). Ma proprio per gli obiettivi di crescita futura, i numeri sono destinati a rafforzarsi ulteriormente, con una previsione di aumento del personale, nel medio periodo, di circa 200 dipendenti. Per un totale di 500 persone che, a regime, lavoreranno per assicurare i servizi di CEM.

Tempistiche dell’operazione. Dopo l’approvazione da parte dell’Assemblea del progetto di fusione, seguono alcune pratiche burocratiche che andranno svolte entro fine anno. A quel punto la società sarà costituita con efficacia retroattiva. La data di nascita della nuova CEM Ambiente, insomma, sarà l’1 gennaio 2021. Soddisfazione espressa anche dall’Amministratore unico di CEM Servizi Massimo Pelti che ha messo l’accento sull’aumento del fatturato di CEM Servizi nel corso degli anni e sull’importanza della fusione in un’ottica di riorganizzazione complessiva di CEM Ambiente”.

Sempre nella stessa data anche l’importante votazione sul tema degli impianti.
Dopo un approfondito e partecipato dibattito assembleare, i Soci hanno votato a favore della partecipazione alla gara indetta dal Comune di Trezzo per la gestione del termovalorizzatore. “Un sentito ringraziamento ai Sindaci soci – ha detto con soddisfazione il Presidente Mele – per i contributi forniti”.

SULLO STESSO PIANO: solo per gli Amministratori del territorio di CEM

Contributi che la società vorrà approfondire ulteriormente nel corso di un’iniziativa dal titolo SULLO STESSO PIANO che si terrà a Bussero il prossimo 23 ottobre e che si propone di condividere con i Sindaci i temi del Piano industriale 2022/26.
Dai lavori della giornata usciranno le indicazioni fondamentali per la redazione del documento strategico di CEM per i prossimi 5 anni sia sul tema degli impianti che sul servizio di igiene urbana.


save-the-table-ssp-cem-21

Condividi l'Articolo: