CemAmbiente

Anche per il 2015, il Conai premia il Cem e i suoi Comuni

CEM Ambiente (con i suoi 59 Comuni) promosso (ancora una volta) da Conai per il modello attuato di gestione allargata e unitaria del territorio. Un premio che vale un aumento dei ricavi societari derivanti dalla vendita dei rifiuti del 8.91% in più rispetto all’anno passato.

È questo il dato netto registrato da Cem Ambiente che, tradotto in denaro, ha visto passare i ricavi per la vendita dei rifiuti raccolti a 5.021.657 di euro nel 2015 (erano 3.790.288 di euro nel 2013 e 4.610.924 di euro nel 2014 ; senza i nuovi Comuni 2015 di Vedano, Macherio e Arcore), con un valore medio per abitante di 10,66 euro all’anno contro il 10,40 del 2014 e l’ 8,58 del 2013. I ricavi ottenuti da Conai verranno distribuiti da Cem Ambiente ai Comuni soci e divisi in base al numero di abitanti.

Ferma restando la quantità dei rifiuti raccolti, che è rimasta immutata rispetto al 2014, l’obiettivo raggiunto è stato determinato dal fatto che, in seguito all’accordo ANCI-CONAI sottoscritto nell’aprile 2014, ora i guadagni sulla vendita e dei rifiuti sono fortemente condizionati dalla qualità del rifiuto raccolto e venduto. Alla luce del nuovo sistema di valutazione CEM dovrà dimostrare, quindi, di non aver lavorato solo sulla raccolta ma anche sull’educazione a una corretta raccolta finalizzata a ridurre al minimo il conferimento di rifiuti inadeguati.

“Un risultato ottenuto – spiega Virginio Pedrazzi, amministratore unico di Cem Ambiente – grazie alla collaborazione dei cittadini, dei tecnici comunali, dei gestori dei servizi di raccolta, delle associazioni di volontariato, dei nostri tecnici e delle filiere CONAI. Ma che non deve farci abbassare la guardia. Oggi, infatti, non basta più raggiungere elevati quantitativi di raccolta, ma è necessario puntare al rifiuto di qualità, soprattutto per Multipak e Vetro che devono essere raccolti in modo sempre più scrupoloso e attento. Perché l’obiettivo di CEM per il 2016 è di raggiungere e superare ulteriormente gli ottimi risultati Conai dello scorso anno”. 

Condividi l'Articolo: